Italia-Nuova Zelanda 4-3: Gilardino e Iaquinta per la vittoria amichevole dopo tre volte in svantaggio

Pubblicato il 10 Giugno 2009 20:59 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2009 22:48

L’Italia di Lippi, in Sudafrica (a Pretoria), ha vinto per 4-3, contro la Nuova Zelanda, l’ultima amichevole prima dell’inizio della Confederations Cup che prenderà il via, proprio in Sudafrica, da domenica 14 giugno.

I pronostici del match sono subito smentiti, perchè la prima emozione coincide con il gol della Nuova Zelanda. Smeltz insacca l’1-0, di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Amelia battuto. L’Italia ci mette venti minuti per svegliarsi; quando lo fa diventa micidiale in contropiede con Quagliarella che, entrato in area, serve Gilardino per il tocco di testa che vale il momentaneo 1-1. Al 42′ nuovo calcio d’angolo per la Nuova Zelanda e seconda dormita della difesa azzurra: Killen stacca di testa e riporta in vantaggio i suoi. Si va al riposo sotto per due a uno.

Secondo tempo. In apertura arriva subito il secondo pareggio dell’Italia: la firma è sempre quella di Alberto Gilardino. Al 56′ però, l’Italia va sotto per la terza volta: pasticcio in area azzurra, fallo di Amelia e rigore per i neozelandesi trasformato da Killen (doppietta anche per lui). Al 68′ terzo pareggio italiano, stavolta con Vincenzo Iaquinta su assist di Pirlo, entrambi entrati nella “girandola” delle sostituzioni. Ed è ancora l’ottimo Iaquinta, quattro minuti dopo, a portare finalmente in vantaggio l’Italia. L’attaccante ribadisce in rete un tiro di Montolivo respinto dal portiere della Nuova Zelanda. Finisce 4-3, come in un leggendario film. Non c’eran punti in palio, tante distrazioni, ma la cosa positiva e che caratterialmente la Nazionale non molla mai.

Risultato finale e marcatori: Italia – Nuova Zelanda 4-3 (14′ Smeltz, 32′ Gilardino, 42′ Killen, 48′ Gilardino, 56′ Killen su rig., 68′ Iaquinta, 72′ Iaquinta)