Julio Cesar (Inter): Dopo il gol col Bayern d'istinto mi sono scusato

Pubblicato il 4 Marzo 2011 0:35 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2011 0:35

Milano – "È vero, non si possono prendere gol durante una partita casalinga di Champions League: sono stato molto concentrato per tutta la gara, ma alla fine è accaduto quello che è accaduto. Non sapevo cosa fare in quale momento lì, mi è venuto d'istinto di alzare la mano e fare un gesto carino nei confronti dei miei tifosi, che mi hanno sempre trattato benissimo e mi hanno sempre voluto bene". Così Julio Cesar a Inter Channel rivive il momento del gol subito in Champions League contro il Bayern, anche per un suo errore. "Su quella conclusione – prosegue il portiere dell'Inter – la mia sfortuna è stata non riuscire a trattenere la palla che è andata alla mia sinistra. Se, invece, fosse andata dall'altra parte avrei avuto il tempo di alzarmi velocemente per andarla a riprendere. I miei compagni di squadra non si giustificano così a lungo per un gol sbagliato? È vero, però a me piace spiegare il motivo di un errore. Mi è capitato, ora ho ancora più voglia di lavorare e riparare. È questo il bello del calcio: sapere che, quando si sbaglia, devi avere le spalle larghe per accettare tutte le critiche, ma puoi ripartite fin da subito mettendoci ancora più grinta".