La Lega nord contro il parere dell’Efsa e di Bruxelles: “No alla carne clonata”

“La carne derivata da animali clonati la mangino i burocrati di Bruxelles che hanno dato, insieme all’Efsa, un parere positivo riguardo la possibilità che detti prodotti possano essere impiegati nell’alimentazione umana”.

Con una interpellanza ai ministri della Salute, Ferruccio Fazio, e delle Politiche Agricole, Giancarlo Galan, i senatori della Lega Nord in commissione Agricoltura, Gianpaolo Vallardi ed Enrico Montani chiedono anche di sapere “quali iniziative si intendano assumere per approfondire il complesso delle tematiche inerenti la questione della produzione e dell’impiego di animali clonati e -scrivono nella interpellanza i due parlamentari della Lega- come si intende intervenire presso la Commissione Ue, affinchè la questione possa essere affrontata, non solo in riferimento ad aspetti economici e commerciali;se in via cautelativa non si ritenga di adottare una moratoria sulla clonazione di animali e sull’impiego dei relativi prodotti, motivata delle evidenti incertezze che impediscono una corretta valutazione del rischio”.

Nella nota urgente inviata ai due ministri, Vallardi e Montani ricordato come nel corso degli ultimi anni “si è intensificata l’applicazione della tecnologia della clonazione alle principali specie di animali domestici, bovini soprattutto, tanto che sono sempre più frequenti le ipotesi riguardo alla possibilità che i prodotti alimentari ottenuti da cloni animali o dalla relativa prole siano immessi in commercio e, quindi, utilizzati a fini alimentari”

To Top