Lapo Elkann: “Ferrari? C’è grande armonia e positività”

Pubblicato il 7 Novembre 2015 19:50 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2015 17:38
Lapo Elkann: "Ferrari? C'è grande armonia e positività"

Lapo Elkann (Foto LaPresse d’archivio)

FIRENZE – Per Lapo Elkann il 2015 è l’anno del riscatto Ferrari. Elkann, ospite del Cavallino Rampante all’autodromo del Mugello, dove sono in svolgimento le finali Mondiale del Challenge, non ha dubbi:

“Io non ho ruoli all’interno dell’azienda, ma da tifoso e da frequentatore dei box, vedo che i piloti insieme a tutto il team sono riusciti a creare un’armonia, energia e pathos, necessari per lavorare bene tutti insieme e credo che questo sia di grande auspicio per raggiungere risultati ancora migliori e più soddisfacenti per la Scuderia Ferrari e per tutti i tifosi in giro per il mondo.

Cosa penso nello specifico dei piloti? Vettel e Raikkonen sono persone capaci di generare tutto questo, ma poi dietro c’è una squadra che alimenta tutta l’energia necessaria che consentire loro di lavorare al meglio. Due grandi piloti in una grande famiglia, credo che questa sia la forza della Ferrari”.

Parlando poi della Juventus, al margine dell’evento all’autodromo del Mugello, Elkann ha detto:

“Bisogna salire il Cervino e il Monte Bianco, salire costantemente e continuamente fino alla fine dell’anno per puntare alla vetta. L’inizio di stagione è stato duro, difficile e complesso , per fortuna in Champions League abbiamo retto ogni battaglia, mentre in campionato non abbiamo fatto altrettanto. E’ venuta l’ora di fare molto meglio, di darci dentro tirando fuori ogni determinazione necessaria che credo ogni singolo giocatore abbia.

Probabilmente c’è voluto tempo per amalgamare molti campioni provenienti da realtà diverse, senza contare i numerosi infortuni, ma sono convinto, dopo aver incontrato alcuni giocatori ieri sera a Torino a cena, che la voglia di combattere, vincere, e fare bene c’è e quindi sono molto fiducioso delle future prestazioni della squadra che poteranno la Juventus a traguardi sempre più alti a giocarsi i posti migliori e le finali migliori. Mi chiedete se Allegri sia l’uomo giusto per questo gruppo? Non è una questione di allenatore, ma una questione di squadra. La forza della Juve è il gruppo, dal presidente allo spogliatoio e tutti devono ricordarsi che rappresentano un emblema che ha una grandissima storia e tantissimi tifosi in giro per il mondo”.