Le dimissioni di Fini e l’insostenibile leggerezza dell’Ostellino

Pubblicato il 12 agosto 2010 10:06 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2010 10:06

Anche oggi, dalle colonne del Corriere della Sera, Piero Ostellino ci dispensa l’articolo identico agli altri che fa da una decina d’anni a questa parte, con citazioni da Tocqueville e lezioncina annessa sulla tripartizione dei poteri, lo Stato liberale, il parlamento e la magistratura, e via trotterellando. Quello che oggi però interessa è l’assunto da […]


Leggi l’articolo originale su: Giornalettismo