Lega calcio/ Matarrese chiede a Berlusconi di intervenire su scissione A e B: “Che pugnalata!”

Pubblicato il 30 Aprile 2009 21:35 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2009 21:36

Antonio Matarrese chiede l’intervento del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Matarrese non ha digerito la decisione dei club di Serie A che, da oggi, correranno da soli, senza la B, e si affideranno al “supermanager” Maurizio Beretta, ex vice direttore generale di Confindustria, per portare avanti il nuovo progetto.

«Mi auguro che intervenga qualcuno molto sopra di noi – ha detto Matarrese riferendosi a Berlusconi – qualcuno impegnato nella gestione dei problemi del Paese, che dia uno sguardo al nostro calcio. Il comunicato della Serie A è stato scritto con rabbia e per me è stato come una pugnalata al cuore».

Matarrese, nonostante la sua avventura con i grandi sembra giunta al capolinea, non si arrende: «Nessuno mi ha esautorato e io continuerò a lavorare perchè la Lega è una macchina che non si può fermare. Matarrese – conclude parlando in terza persona – dal calcio non uscirà mai, finchè non lo chiamerà il Padreterno».