Luis Sepulveda: “Italiani telespettatori”. E critica la sinistra

Pubblicato il 9 Settembre 2009 23:42 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2009 23:42

Lo scrittore Luis Sepulveda ha parlato questa sera in un affollatissimo incontro nel giorno di inaugurazione del Festivaletteratura di Mantova. Dure riflessioni e attacchi sul nostro futuro: «In Italia le persone hanno smesso di essere cittadini per essere telespettatori. Il primo passo per costruire un piano per il futuro è il recupero del coraggio civile di dire no».

«La vera democrazia – ha aggiunto Sepulveda – consiste nel creare sistematicamente meccanismi di controllo del potere. Adesso che è crollato il sistema capitalista deve arrivare qualcosa di nuovo e non possiamo aspettare seduti nell’apatia».

Infine, stoccata alla sinistra italiana: «La discussione ideologica nella sinistra italiana è in una cosa: se si deve vestire Armani o Ermenegildo Zegna».