Mafia/ Confermato un ergastolo a Bernardo Provenzano e a Rosolino Rizzo per l’omicidio di Rosolino Miceli

Pubblicato il 23 Giugno 2009 20:20 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2009 20:36

Confermati gli ergastoli inflitti ai boss di Corleone, Bernardo Provenzano, e al capomafia di Cerda Rosolino Rizzo, imputati dell’omicidio di Rosolino Miceli, ucciso a Valledolmo il 24 gennaio del 1987.

La sentenza è della prima sezione della Corte d’Assise d’Appello di Palermo, presieduta da Innocenzo La Mantia. Miceli fu assassinato perché considerato un rapinatore che non obbediva alle regole e alle autorizzazioni imposte da Cosa Nostra: secondo l’accusa la vittima avrebbe chiesto il pizzo a commercianti e imprenditori senza il permesso dei boss e per questo fu eliminato.