Malasanità/ Cosenza, a otto anni muore dopo una crisi di vomito

Pubblicato il 11 agosto 2009 13:09 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2009 13:16

COSENZA-  Una bambina di otto anni, G. M. G., è morta nell’ospedale di Cetraro dove era stata ricoverata domenica in seguito a fenomeni di diarrea e vomito che nei giorni precedenti erano stati trattati in casa. L’Azienda sanitaria di Cosenza, la Regione Calabria e la magistratura hanno avviato delle inchieste per accertare le ragioni della morte, avvenuta 24 ore dopo il ricovero.

Dopo il ricovero, secondo la ricostruzione fatta dall’Azienda sanitaria di Cosenza, la piccola era stata sottoposta nel corso della giornata ad esami ematoclinici ripetuti che avevano evidenziato un quadro di disidratazione. Alla bambina, nel tentativo di venire a capo della situazione, era stata anche somministrata una terapia idratante venosa con monitoraggio clinico. Era stata fatta una valutazione cardiologica con elettrocardiogramma e urologica con ecografia addominale, a cui nelle prime ore di oggi era seguita una terapia antibiotica per il persistere della sintomatologia.

Sempre nella mattinata di ieri i sanitari hanno deciso di trasferire la bambina in eliambulanza nel più attrezzato ospedale di Cosenza, ma la procedura si è rivelata inattuabile a causa della gravità delle condizioni. La situazione è precipitata nel giro di poche ore e intorno a mezzogiorno si è verificato il decesso.