Maltempo, continua allerta: piogge e schiarite in tutta Italia fino a domenica

Pubblicato il 16 Settembre 2009 20:19 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2009 20:19

maltempoDa nord a sud il Belpaese patisce sotto le piogge battenti che ormai da giorni si abbattono sulla penisola. Il maltempo non accenna a fermarsi e l’allerta durerà ancora fino a sabato. Giovedì pomeriggio potrebbe esserci un miglioramento delle condizioni atmosferiche, ma si prevedono peggioramenti in vista del week-end.

«Da mercoledì fino a domenica il tempo in Italia sarà caratterizzato da un’alternanza di giorni variabili, associati a precipitazioni sparse con altri giorni in cui saranno invece più frequenti le schiarite», ha spiegato il colonnello Paolo Ernani precisando che «fino a giovedì avremo ancora della nuvolosità con precipitazioni più frequenti sul nord-ovest e sulle regioni del sud con temperature in leggero aumento sia al centro che al nord. Per venerdì e la prima parte di sabato – ha continuato Ernani – l’aumento della pressione porterà ad un temporaneo miglioramento con prevalenti schiarite ma con residue nubi e qualche locale rovescio sulle regioni di nord-est. Temperatura stazionaria o in lieve discesa un po’ ovunque. Sul finire del sabato nuovo moderato peggioramento che si estenderà anche alla domenica. Si avranno ancora piogge specialmente al centro-nord, la temperatura scenderà di qualche grado sia al centro che al nord».

Dopo i violenti nubifragi in Sicilia, nelle province di Palermo, Trapani e Agrigento, i disagi si protrarranno per qualche giorno per permettere alla Protezione civile e alle amministrazioni di riportare la situazione alla normalità dopo gli allagamenti, gli alberi abbattuti, i problemi agli automobilisti e le strutture pericolanti cadute.

In Campania la Protezione Civile ha prolungato l’allarme meteo fino a giovedì notte. In entrambe le regioni ci vorranno ancora alcune ore per ripristinare il traffico aereo normale dopo i numerosi voli cancellati per le forti raffiche di vento, soprattutto a Trapani da parte della compagnia Meridiana.

Situazione analoga anche in Veneto, Toscana e Calabria.