Mano bionica che dà la sensazione del tatto impiantata sull’italiana Loretana Puglisi

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2018 5:30 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2018 14:41
Mano bionica che dà la sensazione del tatto impiantata sull'italiana Loretana Puglisi

Mano bionica che dà la sensazione del tatto impiantata sull’italiana Loretana Puglisi (Foto archivio Ansa)

ROMA  – E’ stata impiantata in una donna siciliana, Loretana Puglisi, la prima mano bionica che riesce a dare una sensazione del tatto molto simile a quella naturale.

L’arto è stato descritto sulla rivista Neuron, che gli dedica la copertina, ed è una invenzione in gran parte italiana.  La nuova mano bionica è in grado di imitare la ‘voce’ dei neuroni, riproducendo il coro di segnali che dai polpastrelli arriva al cervello.

“E’ una dimostrazione di come sia possibile replicare la risposta dei recettori naturali del tatto con buon livello di fedeltà”, ha detto il coordinatore della ricerca, Silvestro Micera, dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Sant’Anna e titolare della cattedra di Neuroingegneria translazionale del Politecnico di Losanna.

Alla ricerca ha partecipato anche l’Università di Friburgo e l’intervento è stato eseguito a Roma, nel Policlinico Gemelli. “Ho avvertito una sensazione estremamente naturale, che non provavo da due anni e mezzo”, ha detto all’ANSA Loretana Puglisi, imprenditrice di Palazzolo Acreide (Siracusa) che ha perso la mano in un indicente sul lavoro.

Lo scorso gennaio una mano bionica era stata impiantata su una altra donna italiana, Almerina Mascarello, con un intervento eseguito al Policlinico Gemelli di Roma dal gruppo del neurologo Paolo Maria Rossini.