Massaggi hard/ Sono da considerare violenza sessuale. Tre anni a istruttore di palestra

Pubblicato il 9 Maggio 2009 18:21 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2009 18:21

Quelli che avrebbe praticato a una ragazza sarebbero stati massaggi molto particolari. Cosi’ particolari da essere considerati violenza sessuale e pertanto punibili con tre anni di reclusione e un adeguato risarcimento danni.

E’ quanto deciso dal collegio giudicante del Tribunale di Sondrio, che ha condannato un istruttore di palestra, Ivan Ernesto Tito, 38enne morbegnese (Sondrio) e originario di Ivrea. L’uomo dovra’ versare una provvisionale immediatamente esigibile da 10mila euro. L’episodio contestato risale al 27 dicembre 2006 quando una ragazzina non ancora maggiorenne si era recata alla palestra Bellevue di Cosio Valtellino per un massaggio linfodrenante.

Stando alla denuncia della giovane, considerata attendibile dai giudici, Tito mentre stava massaggiando la parte superiore delle gambe, avrebbe allungato le mani spingendosi sino alle parti intime. La camera di consiglio si e’ protratta per quasi due ore e nel primo pomeriggio la sentenza.