Arriva Maxantia, il “Superpomodoro” contro il cancro

Pubblicato il 9 Marzo 2010 18:21 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2010 12:31

È un pomodoro di forma semiallungata, polposo, di colore rosso intenso ma soprattutto con un’attività antiossidante totale superiore ad altre varietà in commercio. È questo il “Superpomodoro”, un prodotto naturale e non transgenico messo a punto dall’Istituto di Chimica biomolecolare del Cnr di Napoli per combattere non solo il tumore alla prostata ma tutte quelle malattie dell’uomo, dai tumori alle malattie cardiovascolari, dalle artriti al Morbo di Parkinson, causate da stress-ossidativi e dalla formazione di radicali liberi.

«Questo pomodoro – ha spiegato Mauro Dimitri, presidente della World Foundation of Urology, che il 9 marzo ha presentato la Settimana di Prevenzione del tumore alla prostata – risponde perfettamente alle caratteristiche nutrizionali di prevenzione in quanto possiede un’attività antiossidante totale superiore ad altri ibridi di pomodoro normalmente in commercio, sia freschi che conservati: maggior contenuto di Licopene e alto contenuto di Vitamina C presenti nei pomodori neri, attività antinfiammatoria propria del pomodoro San Marzano».

Esperimenti condotti sul “Superpomodoro” – il cui vero nome, in attesa di registrazione, è “Maxantia”, ovvero massima attività antiossidante – presso l’Istituto di scienze dell’Alimentazione del Cnr di Avellino, hanno dimostrato una perdita soltanto del 20 per cento dell’attività antiossidante totale a 300 gradi per cinque minuti, ovvero il tempo per cuocere una pizza a metro.