Medicina: 'naso hitech' svelerà segreti respiro asmatici

Pubblicato il 3 maggio 2011 12:32 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2011 12:32

ROMA – All'Universita' Cattolica del Sacro Cuore (UCSC) di Roma si e' messo in azione un 'segugio' per dare la caccia all'asma: e' un naso elettronico dotato di sensori sofisticati, che 'sniffera'' il respiro di pazienti con asma per tracciare l'identikit molecolare dettagliato della loro malattia. Il naso fara' dunque la mappatura completa delle molecole del respiro ('respiroma') dei pazienti arrivando a distinguere differenti tipi, piu' o meno gravi, di asma. L'avvio di questo progetto di ricerca e' reso noto in occasione della Giornata Mondiale dell'Asma, che si celebra oggi: l'obiettivo finale e' giungere a diagnosi e terapie sempre piu' personalizzate e mettere a punto cure adeguate per l'asma grave, oggi ancora poco gestibile. Coordinato da Paolo Montuschi dell'Unita' Operativa di Farmacologia dell'Universita' Cattolica, il progetto di ricerca si svolgera' nell'ambito di U-BIOPRED, il progetto di ricerca europeo dedicato allo studio e alle cure per le forme gravi di asma, che coinvolge 20 centri universitari europei, tra cui per l'Italia l'Università Cattolica e l'Università di Catania, 10 industrie farmaceutiche, 6 organizzazioni di pazienti, tra cui LIAF-Onlus Lega Italiana Antifumo, 3 piccole-medie imprese e una multinazionale non farmaceutica. L'asma, che puo' presentarsi a vari livelli di gravita', colpisce in Italia il 5-7% degli adulti. L'asma grave, (2 su 100.000 abitanti) e' caratterizzata dalla presenza di sintomi continui durante il giorno, e non risponde alle normali terapie. Il naso elettronico identifichera' il 'respiroma' dei pazienti (cioe' tutte le molecole presenti nel respiro), che sara' poi confrontato con quello di soggetti sani o con asma lieve. Ci si aspetta che il 'respiroma' sia indicativo della gravita' della malattia. L'analisi mediante naso elettronico mira ad affinare sempre piu' diagnosi e prognosi di ogni paziente e a personalizzare la terapia. Il naso permettera' anche l'individuazione di nuovi bersagli terapeutici per lo sviluppo di nuovi farmaci specifici. In occasione della Giornata Mondiale dell'Asma, U-BIOPRED lancia inoltre il concorso artistico Art Contest per spiegare i disagi dei pazienti asmatici. Chi soffre di asma può partecipare al concorso inviando una copia digitale della propria opera sul sito www.ubiopred.european-lung-foundation.org/artcontest.