Migranti. Gasparri: “Renzi non si perda nel buonismo. Parcheggiarli in zone degradate scatena allarme”

Pubblicato il 19 luglio 2015 7:28 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2015 20:42
Migranti. Gasparri: "Renzi non si perda nel buonismo. Parcheggiarli in zone degradate scatena allarme"

Gasparri: “Renzi non si perda nel buonismo. Parcheggiare immigrati e clandestini in zone degradate scatena allarme”

ROMA – Mettere in parcheggio immigrati e clandestini in zone già degradate aumenta la preoccupazione dei cittadini per la sicurezza e il rispetto della legalità, avverte Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato:

“Matteo Renzi dica qualcosa su questo piuttosto che perdersi nel solito buonismo retorico. Non è in grado di dare alcuna garanzia, non sa gestire insieme con i suoi ministri questa situazione di emergenza per palese incapacità”.

Aggiunge ancora Gasparri in una dichirazione diffusa dall’Ansa:

“Giustissimo essere vicini, come noi siamo sempre stati, alle forze dell’ordine e agli agenti feriti durante gli scontri. Ma è da ottusi ignorare il grido di allarme dei cittadini. La misura è colma. E la rivolta sociale travolgerà Renzi e il suo inadeguato governo”.

Conclude Gasparri:

“È patetico l’atteggiamento di chi vuole dividere il Paese in buoni e cattivi. Gli italiani sono semplicemente esasperati. Ci sono situazioni di profondo degrado e di grave criticità come quelle che si registrano a Casale San Nicola che non possono essere sottovalutate”.

“Immigrati, clandestini e quant’altro messi a parcheggio in questi luoghi non fanno che aumentare le giuste preoccupazioni dei residenti che temono per la sicurezza e la legalità”.