Milano/ Truffa derivati, sequestro nelle banche che depredavano Palazzo Marino

Pubblicato il 28 Aprile 2009 12:35 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2009 14:08

Non era mai successo: immobili, quote azionarie e conti correnti di quattro grand banche sono stati sequestrati. E’ la conseguenza giudiziaria dell’inchiesta su quella che appare come una clamorosa truffa ai danni del Comune di Milano, attraverso prodotti bancari derivati che solerti funzionari di quattro superbanche avevano rifilato alla finanza comunale: i “madonnina bond”. La Guardia di Finanza ha compiuto sequestri per 400 milioni presso Ubs, Jp Morgan, Deutsch Bank e Depfa Bank.

Ci sono 14 indagati tra manager e funzionari delle banche, oltre al direttore generale del Comune di Milano e a un consulente tecnico, il regista. Sospettato di avere «organizzato, controllato l’operazione, spogliando Palazzo Marino», è Giorgio Porta, ex direttore generale del Comune. Gli anni dell’operazione fallimentare per le casse comunali sono tra il 2005 e il 2007.