Mondiali Nuoto in rosa/ Alessia Filippi e Federica Pellegrini oro, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè argento, Federica Vitale e Martina Grimaldi bronzo

Pubblicato il 28 Luglio 2009 20:51 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 20:52

Alessia Filippi

È un trionfo tutto al femminile quello dei Mondiali di nuoto a Roma. L’ultima medaglia d’oro l’ha portata a casa una romana di Roma: Alessia Filippi che martedì si è aggiudicata il podio più alto nei 1500 stile libero. Una medaglia “in rosa” che si aggiunge alle strepitose prestazioni delle compagne di nazionale: oltre alla fantastica Federica Pellegrini che dopo l’oro nei 400 stile libero, martedì ha polverizzato un altro record nei 200, ci sono Federica Vitale e Martina Grimaldi nel fondo e Tania Cagnotto e Francesca Dallapè nei tuffi.

Una formidabile sestina che è riuscita a conquistare sette delle otto medaglie vinte finora dall’Italia ai Mondiali. Altro che sesso debole.

L’ultima a far battere il cuore dei tifosi è stata Alessia Filippi, classe 1987, ragazza di periferia, schietta e verace, viene sempre seguita da un nutrito gruppo di fan che vengono da Tor Bella Monaca, il quartiere di Roma in cui Alessia è nata e cresciuta. Conosciuta come “La Finanziera d’Assalto”, come la definì la stampa nel 2006,  Alessia è una fan sfegatata della Roma e conserva come un cimelio una maglietta della sua squadra autografata da Francesco Totti. Per questo viene anche definita “La Pupona”.

Sempre martedì è arrivato un altro risultato eccezionale, il record nei 200 stile libero di Federica Pellegrini, la nuotatrice veneta che già domenica aveva collezionato un oro nei 400 stile e un record del mondo in 3’59”15. Un risultato eccezionale per una ragazza che ha solo 21 anni e che durante tutto l’inverno ha sofferto di ansia e attacchi di panico. Una donna da record, unica nuotatrice italiana, ed una delle poche europee, ad aver infranto il record del mondo in più di una specialità e prima donna italiana ad aver vinto una medaglia d’oro nel nuoto alle Olimpiadi, nel 2008 a Pechino (nei 200 m stile libero).

Strepitoso anche l’argento nei tuffi sincro dai tre metri della coppia Tania Cagnotto (vincitrice anche di un bronzo nella specialità singola) e Francesca Dallapè, seconde solo alle imbattibili cinesi. Tania è una figlia d’arte che non fa rimpiangere i trionfi del padre.

Hanno fatto emozionare anche il bronzo di Federica Vitale nei 25 km fondo, quello di Beatrice Adelizzi nel nuoto sincronizzato, prima medaglia di sempre per l’Italia in questa disciplina, quello di Martina Grimaldi nella 10 km fondo.