Mps a + 1,39%: montagne russe, qualcuno ha comprò, il 3% del capitale scappò

Pubblicato il 30 dicembre 2013 19:05 | Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2013 19:52
Mps a + 1,39%: montagne russe, qualcuno ha comprò, il 3% del capitale scappò

Antonella Mansi. Il titolo Mps ha tenuto, nonostante i timori

MILANO – Il titolo di Banca Mps ha chiuso in rialzo alla Borsa di Milano, con un +1,39% su un valore di 0,175 euro. Non è molto, ma in una giornata dove l’indice della Borsa di Milano è rimasto sostanzialmente fermo e dopo i timori della vigilia, è meglio di niente.

Il titolo, ha scritto l’agenzia Ansa,

“in avvio è scivolato a quasi -6% e poi non è riuscito a fare prezzo, ha vissuto una seduta sulle montagne russe”.

Gli scambi, informa ancora l’agenzia Ansa,

“sono sempre elevati con quasi 369 milioni di azioni passate di mano pari a oltre il 3,1% del capitale”.

Può anche voler dire  che i poteri che sostengono Antonella Mansi, la presidentessa della Fondazione Mps, non potevano mandarla a sbattere e hanno comprato titoli a tutto spiano, trovando venditori pronti a cedere i loro pacchetti di azioni e felici di scappare. La verità si vedrà più avanti, come ha spiegato su Repubblica Federico Fubini.

Antonella Mansi ha imposto la decisione dell’assemblea, sabato, di far partire l’aumento di capitale da 3 miliardi a maggio, e non a gennaio come invece proponevano i dirigenti della Banca Mps.

C’era molta ansia in giro domenica sera e il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, dopo settimane si silenzio, si era sentito costretto a affidare a un portavoce un messaggio distensivo.