Mucchetti sul Corriere della Sera/ Le banche tornano alle cartolarizzazioni, ma chi vigilerà?

Pubblicato il 10 Luglio 2009 18:54 | Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2009 18:54

Durante i lavori del G8 arriva l’annuncio che le banche Goldman Sachs e Barclays Capital ci riprovano con la finanza ad alto ritorno delle cartolarizzazioni. Questa volta assicurano assoluta trasparenza e molte banche potrebbero imitarle. Massimo Mucchetti, in un articolo uscito sul Corriere della Sera, spiega che «cartolarizzare crediti o immobili può ben servire quando il rischio sia allocato in modo sostenibile e trasparente presso le mani adatte. Il punto è chi, quando e come giudicherà le nuove cartolarizzazioni».

«Nel 2009, abbiamo imparato che l’autosufficienza dei mercati era un’illusione non innocente, alimentata da potenti quanto ristretti interessi; che a pagare il conto sono stati i contribuenti e non i beneficiari delle speculazioni; che il cittadino viene prima dell’homo oeconomicus, e non dopo. E allora la bontà delle varie Goldman e Barclays non dovrebbe valutarsi solo nell’esoterico confronto con le consorelle. I Global legal standards e i nuovi criteri contabili del Financial Stability Board promettono un cambiamento. Ma per definirli in concreto e poi adottarli ci vorrà tempo e fatica. Il G8 imprime una spinta, ufficialmente si dice. Il prossimo G20 ne darà un’altra».