Murdoch/ “Faremo pagare le notizie on line”. News Corporation è in forte perdita a causa del crollo della pubblicità

Pubblicato il 6 Agosto 2009 12:54 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2009 12:54

La News Corporation, il gigante delle comunicazioni che fa capo a Rupert Murdoch, potrebbe far pagare l’accesso alle notizie online a partire dalla metà del prossimo anno.

Inoltre, News Corp. potrebbe rompere l’alleanza con Amazon sul lettore digitale Kindle se non si arriverà a una rinegoziazione degli accordi. Lo fa sapere lo stesso Murdoch, il quale si è detto scontento delle relazioni tra Kindle e i lettori online dei suoi giornali, lasciando anche trapelare la possibilità di un accordo tra News Corp e Sony.

L’annuncio del magnate dei media è giunto dopo la diffusione dei dati del gruppo che registrano un calo dell’11% delle entrate. Per risollevare i bilanci, il magnate australiano sta pensando di far pagare l’accesso alle notizie su Internet dei suoi giornali.

L’accesso al Wall Street Journal è già in parte gratuito e in parte a pagamento. Murdoch non è sceso nel dettaglio dell’operazione, ma ha detto che questa misura potrebbe essere introdotta a metà del 2010. «Un’industria che regala i suoi contenuti sta cannibalizzando la sua capacità di fare buon giornalismo», ha aggiunto.

News Corp. ha chiuso in perdita il quarto trimestre fiscale poiché la solida performance delle divisioni di tramissioni via cavo (+39%) è stata annullata dal crollo delle entrate pubblicitarie.

La società, che controlla tra gli altri il Wall Street Journal e le emittenti televisive Fox, ha riportato perdite per 203 milioni di dollari, 8 centesimi per azione, contro gli utili per 1,1 miliardi, 43 centesimi, dello stesso periodo dell’anno scorso.