Napoli/ Disoccupato tenta suicidio al cimitero, salvato da carabiniere Giulio Napoli

Pubblicato il 11 Giugno 2009 23:50 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2009 0:12

Un ragazzo ha tentato di uccidersi, a Napoli, impiccandosi a un ramo di un ulivo presso il cimitero di San Prisco nel giorno del suo trentatreesimo compleanno. L’uomo, C.M., disoccupato residente nel paese in provincia di Caserta, è stato salvato da un militare dell’Arma libero dal servizio.

Poco dopo le 20 di stasera, nei pressi del cimitero comunale, il maresciallo aiutante Giulio Napoli, capo della centrale operativa del Comando provinciale dei Carabinieri di Caserta, ha notato il giovane, appeso con una corda ad un albero di ulivo in un terreno adiacente al cimitero. Il militare ha tagliato la corda ed è riuscito a rianimare l’aspirante suicida praticandogli la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco.

Il ragazzo è stato soccorso dalla pattuglia della stazione dei Carabinieri di San Prisco e trasportato da personale del “118” presso l’ospedale civile di Santa Maria Capua Vetere, dove è ricoverato in osservazione, ma non in pericolo di vita.