Nazionale, con la Bulgaria in campo Grosso, De Rossi e Gilardino. Allertati anche Santon e Quagliarella

Pubblicato il 7 Settembre 2009 18:48 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2009 18:48

Torna in campo la nazionale italiana di calcio, che mercoledì affronterà la Bulgaria a Torino. La partita è valida per le qualificazioni ai Mondiali del 2010, che si terranno in Sudafrica.

Dopo la prova non proprio brillante di sabato in Georgia, il ct Marcello Lippi ha deciso di modificare alcuni uomini rispetto agli 11 di Tbilisi. Pressocchè certo il ritorno di Grosso sulla sinistra in difesa, sulla fascia opposta potrebbe essere giunto il momento dell’interista Santon. I due rimpiazzarebbero rispettivamente Criscito e Zambrotta, pur positivi nell’ultimo impegno.

A centrocampo, recuperato Marchisio, il vero innesto dovrebbe essere De Rossi, che ha scontato una giornata di squalifica. L’ex juventino sarebbe così dirottato in panchina insieme a Palombo, che pure ha propiziato la prima rete in terra georgiana. Non si escludono comunque novità sulle fasce, visto che lo stesso Santon potrebbe ricoprire il ruolo di ala.

In attacco potrebbe trovare spazio Gilardino. Il centravanti della Fiorentina, bomber di razza, potrebbe risolvere il problema della sterilità offensiva, che affligge gli azzurri da diversi mesi. Occhio però a Quagliarella: il centravanti del Napoli è in splendida forma, come ha dimostrato in Georgia dopo il suo ingresso in campo.

Ma, nomi a parte, l’importante per la nazionale è centrare i tre punti, per ripararsi da eventuali sorprese che il Trap sta preparando in vista del prossimo incontro tra Irlanda e Italia, in programma a Dublino.