Nuovo scandalo al sole per l’agenzia di talenti del fratello del capo di gabinetto di obama, faxati per sbaglio i compensi dei manager

Pubblicato il 26 Giugno 2009 19:24 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2009 19:24

Nuovo scandalo per l’agenzia di talenti “William Morris Endeavor Entertainment”, salita alla ribalta della cronaca per essere di proprietà di Ariel Zev Emanuel, un giovane di belle speranze diventato ricco per una vicenda quasi all’italiana che sa di “nepotismo”.  È infatti il fratello del capo di Gabinetto del presidente Barack Obama, Rahm.

In questi giorni, un amministratore della Morris ha per sbaglio faxato un memo che riporta gli stipendi (molto lauti, ci sono retribuzioni e bonus da milioni di dollari) dei manager dell’agenzia. Inutile dire che i compensi sono rimbalzati dappertutto sul web, provocando non poche polemiche.