Obama: “Razzismo non c’entra con critiche alla riforma della sanità”

Pubblicato il 19 Settembre 2009 8:30 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2009 8:32

Il razzismo non c’entra con le critiche alla riforma della sanità. Così il presidente Usa, Barack Obama e’ intervenuto sull’allarme lanciato dall’ex presidente Jimmy Carter che nei giorni scorsi aveva sostenuto che dietro l’ondata di critiche al provvedimento vi siano dei pregiudizi sul colore della pelle del presidente.

«Le cose che furono dette su Franklin Roosevelt – ha detto Obama in un’intervista alla Cnn che andrà in onda il 20 settembre – sono molto simili a quello che si dice di me: che era un comunista, un socialista».

E le stesse critiche, ha aggiunto, furono rivolte a Ronald Reagan «quando cercò di cambiare il New Deal». Ci sono reazioni aspre, ha aggiunto Obama, «quando dei presidenti portano grossi cambiamenti».

Quindi quello della razza, ha detto in un’altra intervista alla Abc, «e’ un argomento molto volatile».

Carter aveva dichiarato che «l’intensa animosità dimostrata verso Obama», era basata «in modo preponderante sul fatto che è un nero, che è un afroamericano».