Padellaro (ex direttore Unità): il Pd non mi convince e la De Gregorio mi censura

Pubblicato il 18 maggio 2009 17:04 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2009 17:04

Padellaro amaro. In un’intervista concessa a una testata “nemica” come Il Giornale l’ex direttore dell’Unità si dice deluso dal Partito democratico. A tal punto che potrebbe non votarlo alle europee: «Vorrei che da qui alle urne mi dessero un motivo per votare Pd, anche perché vivrei l’astensione come una sconfitta personale. La verità è che non li vedo, i motivi. E per ora sono solo arrabbiato».

Il giornalista, che si sta lanciando in una nuova avventura editoriale con “Il Fatto”, ha anche scritto un libro, “Io gioco pulito”. La pubblicazione, recensita da molti giornali, non ha trovato il suo spazio sull’Unità: l’articolo era stato proposto, ha spiegato Padellaro, «ma il pezzo non è uscito. Devo pensare che sia stato un ordine della direzione». Cioè di Concita De Gregorio, che ha preso il suo posto.

Un passaggio di consegne che l’ex direttore non ha ancora digerito: «Quell’intervista in cui Veltroni, da segretario di partito, annunciò il cambio, resta un caso senza precedenti. Lo avesse fatto Silvio Berlusconi noi lo avremmo denunciato e criticato».