Paltrinieri e Jacobs, stanno già preparando gli Europei di Roma (agosto) e i Mondiali in Oregon (luglio)

Due azzurri da copertina : Paltrinieri e Jacobs. Stanno già preparando gli Europei di Roma (agosto) e i Mondiali in Oregon (luglio). Fenomeni che non mollano mai

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 3 Luglio 2022 - 10:32
Jacobs e Paltrinieri stanno già preparando gli Europei e i Mondiali

Jacobs e Paltrinieri stanno già preparando gli Europei e i Mondiali

Marcell Jacobs e Greg Paltrinieri, due azzurri da copertina. Due stelle dello sport che il mondo ammira e ci invidia. Due  campioni da cineteca. In queste ore non si parla che di loro.

Greg Paltrinieri e Marcell Jacobs. I titoli vanno a nozze. Per il nuotatore d’oro similitudini psichedeliche, tipo “l’italianissimo fachiro delle acque“, l’inevitabile richiamo alla mitologia romana (“Nettuno, dio del mare”), Superman, l’alieno delle acque l’eroe dei due mondi e via.

Una iperbole dietro l’altra, fino al deliquio, fino allo svenimento dei vocaboli. Idem per Jacobs. Un titolo su tutti: l’uomo più veloce del mondo, una Ferrari in pista, una Red Bull su due gambe, un po’ Verstappen, un po’ Carletto Leclerc. Si legge e si dice di tutto. Come diceva Jannacci “l’importante è esagerare “.

PALTRINIERI, IL DIO DELLE ACQUE

La definizione si è letta su autorevoli fogli e social ciarlieri. Ma ci sta.  Gregario Paltrinieri, modenese di Carpi, è votato alle esagerazioni. Ai  Mondiali di Budapest (sipario domenica 3 luglio) ha vinto dappertutto, in vasca e in acque libere. Totale: quattro medaglie: due d’oro (1500 in vasca, 10 km in acque libere), una d’argento (5 km) e il bronzo in staffetta. Un poker fenomenale. Nessun azzurro aveva vinto 4 medaglie nella stessa edizione.E non è finita qui. Il resto del film lo vedremo agli Europei di Roma (11-21 agosto 2022). Ha già assicurato:” Non mollo e non mi accontento mai”. Bella lezione.

JACOBS, LA FERRARI SU DUE GAMBE

Altro riferimento metaforico volutamente alterato, altra esagerazione di queste ore, per Marcell Jacobs, 27 anni, punta di diamante delle Fiamme Oro e della atletica leggera italiana. Oro olimpico di 100 e 4X100, oro europeo e mondiale dei 60 indoor, primatista continentale delle due specialità (9”80 e 6”41), giorni fa a Rieti ha vinto il suo quinto titolo nazionale consecutivo con un incoraggiante 10”12. Sta gradualmente recuperando.

Ma il suo obiettivo sono i Mondiali in Oregon (Eugene,  15-24 luglio). L’attendono sfidanti già in grande forma come Fred Kerley, un texano coetaneo, argento a Tokyo. Recentemente ai Trials ha fatto un 9”76 che mette paura. Ma Jacobs assicura che in Oregon sarà “al top “.