Paolo Flores e la candidatura Marino/ Pd: istruzioni dettagliate per estromettere i dirigenti con cui “non vinceremo mai”

Pubblicato il 1 Agosto 2009 0:39 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2009 13:10

Paolo Flores D’Arcais prende posizione a favore di Ignazio Marino nella sua candidatura alla segreteria del Pd e propone un programma in undici punti. Così comincia Flores il suo intervento su Micromega intitolato “Pd: istruzioni dettagliate per estromettere i dirigenti con cui non vinceremo mai”:

Cari amici e compagni, ma soprattutto concittadini, vi chiedo solo alcuni minuti di attenzione. Con questi dirigenti (del Partito democratico) non vinceremo mai. Se non vogliamo tenerci Berlusconi a vita, dunque, questi dirigenti dobbiamo estrometterli tutti. Il meccanismo del congresso e delle primarie lo consente. Oltre ai due candidati di nomenklatura ve ne è un terzo, Ignazio Marino, che viene dalla società civile.
Il regolamento congressuale prevede che ogni candidato possa essere sostenuto da più liste. Propongo di dare vita ad una lista dal nome provvisorio “girotondi per Marino”, per indicare un sostegno che viene da quanti hanno rifiutato con le lotte ogni ipotesi di inciucio, perché giudicano quello di Berlusconi un regime putiniano che sta riducendo l’Italia in macerie (morali, istituzionali, sociali, culturali, economiche…).
Per questa lista propongo undici semplici ma irrinunciabili impegni programmatici, che potrete leggere qui sotto. Un programma esaustivo imporrebbe molti altri temi, ma di programmi chilometrici e puntualmente disattesi ne abbiamo visti fin troppi.