Papa in Israele/ Servizi di Tel Aviv temono per la sua sicurezza a bordo della ”papamobile”

Pubblicato il 26 Aprile 2009 19:06 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2009 9:03

Lo Shin Bet (i servizi di sicurezza interna israeliani) teme per l’incolumità del Papa durante il suo viaggio in Israele ed ha avvertito che la  ‘papamobile’, il mezzo speciale che consente al pontefice di spostarsi tra i fedeli, non sarebbe sufficientemente attrezzata a proteggere la vita di Benedetto XVI in caso di attacco terroristico.

Il ministro del Turismo, Stas Misezhnikov, ha intenzione di sottoporre l’argomento all’attenzione del governo.

Lo Shin Bet, secondo quanto scrive il quotidiano Haaretz, sarebbe contrario all’uso della ‘papamobile’ durante la trasferta del Papa in Israele. Il pontefice è atteso nella regione il prossimo 11 maggio e dovrebbe incontrare i leader israeliani e alcune personalità dell’autorità nazionale palestinese.

Durante la sua permanenza nella regione, il papa prevede inoltre una tappa a Betlemme e Nazareth, così come una visita allo Yad Vashem, il monumento alle vittime dell’Olocausto.