Premio Strega/ presentati a Benevento i dodici candidati della 63esima edizione

Pubblicato il 12 Maggio 2009 18:10 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2009 19:03

Promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, in collaborazione con Liquore Strega e Comune di Benevento, il Premio Strega ha dato il via oggi alla sua 63esima edizione con la presentazione ufficiale dei libri in concorso, a quanto riporta l’Agi.

“In terra consacrata” (Piemme) di Ugo Barbara, presentato da Roberto Alajmo e Giovanni Pacchiano, “Come ho perso la guerra” (Fandango Libri) di Filippo Bologna, presentato da Alberto Asor Rosa e Giorgio van Straten, “I nostri occhi sporchi di terra” (Baldini Castoldi Dalai) di Dario Buzzolan, presentato da Alberto Bevilacqua e Guido Davico Bonino, “La vedova, il Santo e il segreto del Pacchero estremo” (Marsilio) di Gaetano Cappelli, presentato da Cesare De Michelis e Silvio Perrella.

E ancora,  “I frutti dimenticati” (Marcos y Marcos) di Cristiano Cavina, presentato da Ernesto Ferrero e Valeria Parrella, “Cecilia” (Edizioni e/o) di Linda Ferri, presentato da Filippo La Porta e Elisabetta Rasy, “L’istinto del lupo” (Newton Compton) di Massimo Lugli, presentato da Aurelio Picca e Emanuele Trevi, “Stabat Mater” (Einaudi) di Tiziano Scarpa, presentato da Niccolò Ammaniti e Giorgio Montefoschi, “Il bambino che sognava la fine del mondo” (Bompiani) di Antonio Scurati, presentato da Umberto Eco e Angelo Guglielmi, “Il tempo materiale” (minimum fax) di Giorgio Vasta, presentato da Stefano Giovanardi e Francesco Piccolo, “L’ultima estate” (Fazi) di Cesarina Vighy, presentato da Dacia Maraini e Margaret Mazzantini, “Almeno il cappello” (Garzanti) di Andrea Vitali, presentato da Enzo Golino e Nico Orengo.

Queste le dodici opere ammesse all’edizione 2009 dal Comitato direttivo del Premio Strega, costituito da due esponenti della Fondazione Bellonci, due rappresentanti di Strega Alberti, tre autori premiati e due personalità dei 400 Amici della domenica.