Rai, Berlusconi: ”Sulle nomine notizie false. Ci saranno volti nuovi”

Pubblicato il 18 Aprile 2009 14:30 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2009 14:30

«Sulle nomine Rai non c’è nulla di fatto». Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha così risposto al leader del Pd Dario Franceschini, che lo ha attaccato affermando che le nomine sarebbero state già decise durante una megariunione della maggioranza a Palazzo Grazioli, la residenza privata del premier.

«Non riesco a capire chi abbia dato quelle notizie, che sono comunque infondate», ha detto Berlusconi. «I nomi che ho letto stamattina sui giornali non saranno assolutamente i nomi che emergeranno, perché credo che il direttore generale, lo so perché mi è stato riferito privatamente dai consiglieri, abbia intenzione di una innovazione vera con nuovi nomi e facce più giovani».

«Le nuove nomine si faranno da parte degli enti e il presidente del Consiglio ha solo suggerito di non farle a spizzichi e bocconi, ma di fare un lavoro organico per dare alla Rai quella funzione di servizio pubblico che oggi è molto lontana dallo svolgere – ha aggiunto Berlusconi -. Di questo si è parlato: che in Rai non si attacchi nessuno, a partire dall’opposizione, perché questa è la nostra filosofia. E io ho ricordato che la Rai è un servizio pubblico pagato con i soldi di tutti i cittadini».