Rai/ Leone: “Salta trattativa con Sky per Raisat. La nostra è una scelta chiara e non di rimessa”

Pubblicato il 30 Luglio 2009 16:25 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2009 17:19
masi

Il direttore generale della Rai Mauro Masi

Non c’è stato niente da fare. La trattativa tra Rai e Sky per Raisat è saltata, «si è conclusa negativamente con il mancato rinnovo del contratto». Lo ha riferito Giancarlo Leone, vicedirettore generale della Rai in Commissione di vigilanza, informando che il direttore generale Mauro Masi ha già comunicato tale notizia al consiglio di amministrazione.

«La scelta fatta dal direttore generale della Rai, Mauro Masi, riguardo alla trattativa Rai-Sky è una scelta chiara e non di rimessa. Nel momento in cui il soggetto al quale si chiede di mettere nel contratto reti che devono essere valorizzate, come RaiSat per cui la Rai ha chiesto una diversa valorizzazione, si chiede dalla controparte di aumentare il contributo da 50 a 60mila euro l’anno, è difficile trovare un accordo. C’è stata – aggiunge Leone – una pubblica e formale dichiarazione di Sky di non voler considerare questi canali a titolo oneroso, con l’affermazione dell’obbligo a dare questi canali per legge». Leone spiega inoltre che«qualora Sky decidesse di rinunciare alla sua egemonia sui decoder, diventerebbe possibile avere un decoder comune di RaiSat e Sky. Se ciò non avviene – sottolinea Leone – non dipende dalla Rai, ma da un unico soggetto monopolista che usa un sistema chiuso e condizionato. C’è – ha concluso Leone – una oggettiva competizione tra piattaforme: ragione in più per credere nella piattaforma del digitale terrestre».