Rapito a Gaza. Arrigoni su Facebook: La mia è una vocazione

Pubblicato il 14 Aprile 2011 20:46 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2011 21:40

MILANO – Vittorio Arrigoni e' nato a Besana Brianza, in Lombardia. Il trentaseienne attivista per i Diritti Umani dell'International Solidarity Movement rapito oggi a Gaza, – come racconta egli stesso, alias 'Vik Utopia' sul suo profilo Facebook – afferma che il suo ''non e' un lavoro (non essendo retribuito) ma una vocazione''. Vittorio, che ha anche un blog seguitissimo, 'guerrilla radio', nel 2009 ha pubblicato il libro 'Restiamo umani', che era anche il monito con cui chiudeva le corrispondenze dalla striscia di Gaza durante i giorni dell'assedio israeliano. I proventi sono stati devoluti interamente al Center for Democracy and Conflict Resolution, per finanziare progetti di assistenza ai bimbi rimasti gravemente feriti o traumatizzati durante l'assedio. Lui, Vittorio, ''nonostante offerte allettanti come una tournee in giro per l'Italia con Noam Chomsky'', aveva raccontato di aver deciso di ''rimanere all'inferno, qui a Gaza''. .