Ravenna/ Sovraffollamento carceri, in via Port’ Aurea “situazione insostenibile”. I detenuti si sono triplicati e non ci sono le condizioni di vivibilità. La denuncia del sindaco Matteucci

Pubblicato il 26 Giugno 2009 15:39 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2009 15:39

Il carcere di via Port’Aurea a Ravenna può contenere un massimo di 59 detenuti, ma almeno il triplo delle persone vive in quella struttura. Gli agenti della polizia penitenziaria sono dodici in meno rispetto al numero necessario per gestire la casa circondariale. E il sovraffollamento non migliora la situazione in città, soprattutto perchè il Comune non può fare nulla per intervenire direttamente sulla questione.

L’unico strumento in mano all’amministrazione è quello delle ordinanze: Fabrizio Matteucci, sindaco di Ravenna ha già provveduto a chiedere dei lavori per migliorare la vivibilità del carcere e degli interventi ai servizi igienici, ma sono stati realizzati solo in parte.

La cosa più grave è la risposta ufficiale all’allarme lanciato dal primo cittadino, il provveditorato regionale ha ammesso «l’impossibilità di assicura condizioni di vivibilità ai detenuti».

Il peggioramento della situazione è stato più volte comunicato al Ministero della Giustizia, ma dal Guardiasigilli Alfano nessuna risposta.