Religione ed evoluzione/ Darwin e la fede: “Credere necessario per sopravvivere” secondo David Wilson

Pubblicato il 22 Aprile 2009 18:33 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2009 12:28

La fede è necessaria per sopravvivere e riprodursi. Non è l’idea di un ecclesiastico, ma la teoria dello scienziato evoluzionista David Sloan Wilson. Secondo il biologo americano, i gruppi religiosi favoriscono i processi di socializzazione e hanno successo grazie ai meccanismi interni di controllo, attraverso cui ottengono l’adesione individuale e volontaria all’autorità. La ragione? Il timore di incorrere nella collera divina o di dover pagare qualche costo «spirituale».

Wilson riprende e approfondisce le idee di Charles Darwin, secondo cui la religione era un tratto universale degli uomini. «Negli esseri umani – sosteneva il biologo inglese – è innata l’idea di entità spirituali che pervadono il tutto. La religiosità viene coltivata nei bambini: sbarazzarsene è difficile quanto per una scimmia disfarsi dell’istintiva paura del serpente».

Daniele Palizzotto

Scuola Superiore di Giornalismo Luiss Guido Carli