Roma, carte clonate: bloccato giro affari da 50 mila euro al giorno

Pubblicato il 24 Settembre 2009 21:32 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2009 21:32

Le autorità hanno bloccato oggi, a Roma, un giro d’affari incentrato sull’attività di clonazione di carte di credito e bancomat di istituti di credito della capitale. Giro da cinquantamila euro al giorno. L’organizzazione era composta da dieci romeni, tra cui una donna, tutti con precedenti penali e con una vasta rete di fiancheggiatori.

Le indagini sono partite circa un anno fa dai controlli su un membro dell’organizzazione notato dai militari mentre stazionava in modo sospetto fuori a un bancomat in zona Vaticano.

L’accusa per gli arrestati è di associazione a delinquere finalizzata alla clonazione di carte di credito, rapina e possesso di armi. I carabinieri, infatti, hanno scoperto una vera e propria centrale operativa in una stanza di un bed&breakfast  in zona Tiburtino. La banda si appoggiava anche ad alcune prostitute per avere coperture logistiche.