“Royal Baby”: a Londra sale l’attesa davanti all’ospedale

Pubblicato il 9 Luglio 2013 23:15 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2013 23:16
"Royal Baby": a Londra sale l'attesa davanti all'ospedale

“Royal Baby”: a Londra sale l’attesa davanti all’ospedale

LONDRA – “Ci aspettiamo decine, forse centinaia di persone, abbiamo già preparato le transenne”. Un agente di Scotland Yard spiega all’Ansa i preparativi di fronte all’ala Lindo del St. Mary’s Hospital di Londra dove da un momento all’altro può arrivare Kate per dare alla luce il ‘royal baby’. Si attende una folla delle grandi occasioni, tanti sudditi, curiosi e turisti che accorreranno a South Wharf Road, a pochi metri dalla stazione di Paddington, nell’ovest di Londra, per assistere all’evento dell’anno.

Anche se la nascita è attesa per il 13 luglio tutto in fatto di sicurezza e di mobilitazione dei media è pronto davanti all’ingresso della clinica. Il poliziotto non può rivelare quanti sono gli agenti impiegati ma tutto intorno è un vai e vieni di furgoni delle forze dell’ordine. “Essere qui per me è un’emozione molto grande”, confessa l’agente sulla quarantina, che si sente onorato di essere lì a far la guardia a pochi metri da dove nascerà l’erede al trono.

Non ci sono solo gli agenti a presidiare l’ingresso ma un folto schieramento di cameraman e fotografi, pronti a cogliere il momento in cui Kate con le doglie arriverà accompagnata dalla sua scorta, dalla mamma e probabilmente dalla sorella Pippa. “Sono qui da una settimana, ormai”, dice Steven Padwick, un cameramen inglese. “Certo, alla fine ne vale la pena, perché sarà un evento grandioso”, sottolinea. Insieme a lui altri fotografi e giornalisti ‘ accampati ‘, mentre nelle vie vicine sono parcheggiati i furgoni per i collegamenti satellitari.

C’è grande movimento ma i quattro parcheggi di fronte alla clinica sono riservati, come recita un cartello. Li’ infatti si fermeranno le auto blu con la duchessa di Cambridge. E’ vietata perfino la sosta, segnale ulteriore che il grande evento potrebbe essere da un momento all’altro. Ci sono già turisti e curiosi che passano davanti all’ospedale e si fermano. Oppure escono dal caffè che affaccia sulla clinica e promettono che si piazzeranno nel locale per seguire l’evento “in diretta”. Sempre da un ospedale, il King Edward Hospital di Londra era partito l’annuncio della gravidanza di Kate, lo scorso dicembre. Annuncio che era stato anticipato a poco prima delle 12 settimane ‘ di sicurezza ‘ perche’ Kate è stata costretta ad un ricovero a causa delle nausee acute. Poi la tragicissima scomparsa dell’infermiera Jacintha Saldana, di 46 anni e di origine indiana, che per prima rispose e trasferì una telefonata-burla di due dj australiani. Alla clinica Lindo, invece, i duchi di Cambridge saranno ‘ difesi ’ dal piu’ stretto rispetto della loro privacy per evitare ogni imprevisto.