SALUTE: DIETA OCCIDENTALE HA ELIMINATO BATTERI ANTI ALLERGIE

La dieta ‘occidentale’ potrebbe averci fatto perdere dei batteri intestinali utili a combattere una serie di malattie come l’obesità e le allergie alimentari. Lo afferma uno studio di un gruppo di ricercatori fiorentini, pubblicato da Pnas, che ha confrontato la flora di bambini europei e africani, scoprendo che la dieta influenza profondamente gli ‘abitanti’ del nostro corpo.

“La scoperta principale è che con la diversa dieta cambia anche la flora batterica – spiega Paolo Lionetti dell’ospedale Meyer di Firenze, che ha coordinato lo studio pubblicato dalla rivista Pnas – quella dei bimbi africani è sostanzialmente vegetariana e ricca di fibre, e di conseguenza i batteri sono simili a quelli che aveva l’uomo 10mila anni fa. Questo potrebbe spiegare perché da noi ci sono malattie come l’obesità o le allergie che in Africa non troviamo”.

Lo studio ha esaminato campioni di batteri di bambini di un villaggio del Burkina Faso, confrontandoli con quelli di bimbi europei: “Le differenze sono abissali – spiega ancora l’esperto – ad esempio i bambini africani hanno grandi quantità di acidi grassi a catena corta, prodotti dai loro batteri, che i nostri non hanno. Queste molecole sono note perché proteggono il colon dalle infiammazioni, che infatti in Africa non sono presenti mentre da noi sono in forte aumento”. Il corpo umano, ricorda Lionetti, ospita diversi chili di batteri intestinali, che vivono in stretta simbiosi con l’organismo ospite aiutandolo nella digestione e nella protezione dalle malattie: “La flora è fondamentale per tantissime patologie – conclude l’esperto – e questo studio potrebbe essere la prova che nei batteri si può trovare una causa ambientale che contribuisce allo sviluppo di molte patologie ‘occidentali’.

To Top