Salute: sempre meno ortopedici, a rischio gli interventi più complessi

Pubblicato il 22 Novembre 2010 22:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2010 22:52

In Italia stanno progressivamente diminuendo i chirurghi ortopedici, in primis quelli specializzati nei settori più complessi, come la chirurgia vertebrale o delle protesi. Risultato: presto saranno ‘a rischio’, per carenza di specialisti, proprio gli interventi più complicati ed oggi in crescita.

L’allarme arriva dal Congresso nazionale della Società italiana di ortopedia e traumatologia (Siot) in corso a Roma. La causa principale di ”questo allarmante trend – spiega il presidente Siot Pietro Bartolozzi – è da ricercarsi nella difficoltà a garantire alla categoria una copertura assicurativa: i giovani si rendono conto di avere pochissime tutele e non sono dunque motivati ad intraprendere questa impegnativa carriera”.

Come Società, è la denuncia del presidente degli ortopedici, ”abbiamo infatti grandi difficoltà a rapportarci con le assicurazioni, perchè sono poche quelle pronte ad affrontare il rischio legato alla professione, considerando che gli ortopedici sono tra le categorie che registrano il maggior numero di denunce”.