San Francisco Chronicle, la proprietà chiede carta bianca ai sindacati

Pubblicato il 10 Marzo 2009 16:37 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2009 16:37

Il principale quotidiano della California del Nord, The San Francisco Chronicle, versa in pessime condizioni, con perdite di 50 milioni di dollari l’anno e la proprietà, la Hearst Corp. vorrebbe chiuderlo, a quanto scrive The Huffington Post.

Ma forse una soluzione così drastica potrà essere evitata se i sindacati approveranno la bozza di accordo raggiunta con la Hearst. La proprietà ha chiesto il permesso di licenziare dipendenti senza riguardo all’anzianità, di ridurre le ferie, le assenze per malattia, i permessi per maternità (uomini e donne) e di subappaltare qualsiasi tipo di lavoro.

Unica nota positiva per i dipendenti licenziati: riceveranno due settimane di liquidazione per ogni anno di impiego.

Secondo gli osservatori, anche se la bozza di accordo fosse approvata, rimarrebbe un grosso interrogativo. Saranno in grado i lettori del Chronicle – tra i più appassionati navigatori di Internet (dove le notizie sono gratis) di mantenere un giornale cartaceo con l’aria di crisi che tira nell’editoria dei quotidiani?

LG