Sanità/ Trombolisi sperimentale al San Giovanni di Gorizia

Pubblicato il 10 Luglio 2009 10:24 | Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2009 15:02

Attivazione trombolisi e situazione Medicina nucleare. Sono alcune delle questioni affrontate dal segretario del Pd, Giuseppe Cingolani e dal responsabile sanità del partito, Silvano Ceccotti, con il direttore generale dell’Ass, Roberto Ferri, nel corso di un incontro chiesto dai due esponenti politici.

«È stato senz’altro un confronto positivo – afferma Cingolani – in cui il dottor Ferri ci ha dato rassicurato su alcuni orientamenti, ma anche su progetti di particolare importanza, per la sanità goriziana. In tal senso, il direttore generale, ci ha comunicato che sta predisponendo una richiesta per l’attivazione sperimentale della terapia della trombolisi, anche se l’ospedale di Gorizia è ormai definito di rete. Si è dichiarato fiducioso sul fatto di poter raggiungere questo obiettivo».

Un altro punto che sta molto a cuore al Partito democratico cittadino è quello riguardante l’accorpamento degli spazi sanitari territoriali, dell’Hospice e della Rsa nelle strutture di via Vittorio Veneto e, per quanto riguarda questi ultimi, nell’ex pneumologico.

«L’unico problema sono i finanziamenti che è necessario reperire – spiega Cingolani – penso, peraltro, che se sono stati trovati cinque milioni per la nuova strada d’accesso all’ospedale San Giovanni di Dio, si dovrebbe riuscire a trovare anche le risorse per la sistemazione dell’ex pneumologico che, essendo già in buone condizioni non dovrebbe richiedere grossi interventi economici».