Scuola, approvata dal Consiglio dei ministri la norma “salva precari”

Pubblicato il 9 Settembre 2009 17:09 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2009 17:09

RO040909INT_0018Il Consiglio dei Ministri ha approvato la norma “salva precari”. I docenti a rischio di disoccupazione potranno “riciclarsi” in altre attività all’interno degli istituti scolastici.

Coloro che hanno diritto all’indennità di disoccupazione, ha spiegato il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, potranno avere una via preferenziale per rimanere all’interno della scuola, attraverso le supplenze brevi, e potranno essere coinvolti in progetti educativi, come quelli contro la dispersione scolastica, il sostegno ai soggetti più deboli, o per l’orientamento.

La norma verrà inserita nel decreto legge Ronchi sulle questioni ambientali e interesserà tra i 12.000 e i 13.000 docenti che fino allo scorso anno hanno avuto supplenze annuali. Sarà, inoltre, possibile siglare accordi con le Regioni che potranno partecipare anche in maniera finanziaria all’attuazione di questi progetti.

Il progetto sarà valido soltanto per quest’anno, perché, come ha spiegato la Gelmini, «per il prossimo prevediamo che questo tipo di problemi non ci sia più». «Il Governo – ha aggiunto il ministro – ha mantenuto un impegno preciso nei confronti degli insegnanti precari. Abbiamo ottenuto un risultato davvero significativo e ci abbiamo molto lavorato».