Sondaggio Crespi, bene Berlusconi e Governo. Stabili Pd e Pdl. Brunetta il ministro più amato

Pubblicato il 10 Settembre 2009 11:46 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2009 11:46

Secondo un sondaggio diffuso dall’Istituto Crespi, il Governo e Silvio Berlusconi aumentano di popolarità. La rilevazione statistica, che prende in esame un campione di 1000 intervistati si riferisce alle intenzioni di voto nel periodo tra il 3 ed il 7 settembre.

La popolarità del premier, 59% rispetto al 55 di agosto, non traina però il Pdl, fermo da due mesi al 38% di elettori potenziali. Sale, invece, ancora la Lega Nord che si attesta all’11%. Per il Carroccio è un record.

Lieve crescita per il Partito Democratico che passa dal 25.5% al 26%. Piccolo calo per l’Udc di Casini che scende dal 6.9 di agosto al 6.5 di settembre e per l’Italia dei Valori che passa dall’8.5% all’8%. Male i partiti della sinistra radicale, tutti lontanissimi dal 4%.

Tra i politici più amati, saldamente in testa è il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che gode della fiducia del 63% degli italiani. Il presidente della Camera Gianfranco Fini, invece, ha il 57%, due punti in meno del premier.

Tra i ministri il più “amato dagli italiani” è sempre Renato Brunetta, con il 58% di gradimento, tallonato dal titolare dell’Interno Roberto Maroni col 56%. Bene anche il guardasigilli Angiolino Alfano col 51%. Chiude il plotone dell’esecutivo Michela Brambilla con appena il 35% dei consensi.