Stanislav Tomas, rom ucciso soffocato dalla Polizia in Repubblica Ceca: come George Floyd VIDEO

di Caterina Galloni
Pubblicato il 27 Giugno 2021 10:30 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2021 13:17
Stanislav Tomas, rom ucciso soffocato dalla Polizia in Repubblica Ceca: come George Floyd VIDEO

Stanislav Tomas, rom ucciso soffocato dalla Polizia in Repubblica Ceca: come George Floyd VIDEO (Foto da video)

A Teplice, Repubblica Ceca, un uomo di etnia rom è morto in ambulanza dopo essere stato messo a terra e soffocato con un ginocchio da un poliziotto. Il video è diventato virale e i membri della comunità rom hanno paragonato la morte con quella di George Floyd, deceduto nel 2020 in modo analogo negli USA, che ha dato il via al movimento Black Lives Matters.

L’arresto effettuato da tre agenti di polizia è stato filmato il 19 giugno da un testimone presente sulla scena. Il governo ceco ha difeso il metodo d’arresto degli agenti. E la polizia ha respinto le accuse di brutalità pubblicando sui social media un post in cui ha scritto che l’episodio “Non è un caso Floyd ceco”.

Repubblica Ceca: rom morto dopo essere stato soffocato da un poliziotto

In un filmato si vede un poliziotto che è inginocchiato sul collo o sulle spalle dell’uomo steso a terra con la faccia sul selciato. Un altro mostra l’agente che tiene per i piedi il giovane e bloccarlo mentre un secondo poliziotto tenta di ammanettarlo.

Nel video si sentono le voci di diversi passanti rom, una donna dice: “Lo stanno soffocando”. “Questo è il loro lavoro” replica un uomo mentre un altro consiglia al rom arrestato: “Stai giù non alzarti”.

Stanislav Tomas aveva assunto droga

L’uomo, identificato come Stanislav Tomas, 46 anni, è poi morto nell’ambulanza intervenuta sul luogo dell’arresto. La polizia ceca ha riferito che gli agenti erano obbligati a usare la forza: dopo l’assunzione di droga Tomas era diventato aggressivo.

Ha aggiunto che la causa della morte è per overdose e che dall’autopsia è emerso che l’uomo aveva subito “cambiamenti patologici alle coronarie”, probabilmente per l’uso di anfetamine.

In Europa la discriminazione contro i rom è stata documentata da gruppi per i diritti umani, in un rapporto del 2015 di Amnesty International metteva in evidenza l'”orribile e sistematico pregiudizio” che i bambini rom devono subire nelle scuole ceche.

Si stima che in Europa vivano tra i dieci e i 12 milioni di rom, il che li rende la più grande minoranza etnica del continente e nella sola Repubblica Ceca sarebbero presenti circa 300.000 persone.