“Hug madness”: tra i teenager Usa dilaga la moda degli abbracci. Ma le scuole li vietano

di Chiara Vasarri*
Pubblicato il 3 Giugno 2009 17:00 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2009 17:40

Il nuovo trend che spopola tra i ragazzi americani? Chi pensa a feste all’insegna dell’ultima trasgressione è fuori strada. Il New York Times rivela che gli adolescenti d’oltreoceano impazziscono per una moda molto più inoffensiva, silenziosa e…morbida: l’abbraccio.

Un modo alternativo di salutare che ha invaso i corridoi delle scuole, i campi da baseball, le aule accademiche. C’è quello standard, quello affettuoso in stile “orso”, quello “triplo” (due o tre ragazzi che si abbracciano in contemporanea), fino allo “shake and lean”, che comincia con un “high-five” seguito da una pacca sulla spalla, e la lista è lunga.

Il nuovo fenomeno culturale è una autentica sorpresa per chi pensava che i giovani cresciuti nell’era di Facebook e di Myspace, completamente immersi nella realtà virtuale, non fossero più capaci di gesti concreti. Viene così rivoluzionato il rigido galateo anglosassone che vietava di scambiarsi effusioni in pubblico, e la moda è ormai così consolidata che chi si rifiuta di abbracciare viene considerato un asociale, un misantropo, nella migliore delle ipotesi uno fuori moda.

Peccato però che il nuovo trend, apparentemente innocente, sia già finito nel mirino delle autorità scolastiche. Dalla Florida al New Jersey, queste pubbliche manifestazioni d’affetto sono già state messe al bando in centinaia di licei e di scuole medie. Motivo? Intralciano le attività scolastiche, mettono in pericolo la serietà accademica, e possono sfociare in molestie sessuali: per la serie abbracciarsi è bello, ma contenersi è meglio.

* Scuola Superiore di Giornalismo Luiss