Usa/ Amministrazione Obama abbandona il programma sui satelliti-spia, iniziato da Bush

Pubblicato il 24 Giugno 2009 23:44 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2009 23:44

L’amministrazione Obama bloccherà il programma sui satelliti-spia, iniziato dal suo predecessore alla Casa Bianca, George W. Bush. Lo ha riferito il dipartimento alla sicurezza interna degli Stati Uniti. Il programma era finito nell’occhio del ciclone, e ritardato, già due anni fa, quando alcuni avvocati Democratici sostennero che lo stesso andava a violare la privacy delle persone.

Ai satelliti-spia, il cui controllo era stato affidato proprio al dipartimento di sicurezza interna, sarebbe spettato il controllo del territorio degli Usa; gli avvocati, però, hanno informato la segretaria del dipartimento, Janet Napolitano, sul fatto che il programma andava a violare il Quarto emendamento sul diritto di essere protetti da indagini e intrecettazioni immotivate. Da qui lo stop.

I sostenitori del programma, invece, affermano che bloccare i satelliti-spia significa rinunciare ad un mezzo fondamentale per la lotta ai disastri naturali ed al terrorismo.