Usa/ Obama non è nato in Kenya, è falso il certificato di nascita diffuso dai “birthers”. I lobbisti di destra falliscono nel tentativo di delegittimare il presidente

Pubblicato il 6 Agosto 2009 15:52 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2009 16:51

193142_WHGH103_APNulla di fatto, con tanto di brutta figura per i lobbisti anti-Obama: il certificato di nascita che doveva provare le origini kenyote dell’uomo più potente al mondo è in realtà un falso.

A smascherare il complotto dei “birthers” di estrema destra per delegittimare il presidente americano è stata l’infernale macchina del web.

Un australiano, David Bomford, aveva postato il suo certificato su un sito internet di alberi genealogici, poi qualcuno lo aveva copiato pensando però di non essere scoperto. «Ho pensato che potesse interessare qualche familiare che avesse voluto fare delle ricerche. Sono sorpreso che qualcuno lo abbia scovato in Rete».

La rete però ha sputato fuori la doppia copia dello stesso certificato, solo che in uno c’era il nome di Barack Obama. Una bufala clamorosa per chi voleva dimostrare che non è di sangue americano, che non è nato alle Hawaii ma in Kenya. Il sito di estrema destra “WorldNet Daily” si era impegnato persino il giorno del 48esimo compleanno del presidente: aveva confezionato migliaia di post e messaggi di richiesta del certificato di nascita di Obama. Peccato per i cospiratori, anche questa volta internet ha aiutato Obama.