Usa/ Obama perseguitato: ogni giorno riceve 30 minacce di morte

Pubblicato il 4 Agosto 2009 0:40 | Ultimo aggiornamento: 4 Agosto 2009 1:25

Barack Obama non è solo l’uomo più amato d’America, ma è evidentemente anche il più odiato. Come tutte le persone di potere è nel mirino di fanatici o presunti tali e riceve ogni giorno almeno 30 minacce di morte. I retroscena della regime di sicurezza in cui è costretto a vivere il presidente americano sono stati rivelati in un libro dal titolo “In the president’s secrete service”, di Ronald Kessler.

Rispetto al suo predecessore, Geoge W. Bush, Barack Obama riceve il 400% di messaggi minatori in più. Non a casa gli agenti del Tesoro lavorano quotidianamente per garantire la sicurezza della famiglia Obama, soprattutto dopo alcuni tentativi di uccidere il presidente.

È il caso di quello organizzato da un gruppo di razzisti della supremazia bianca del Tennessee, che volevano rubare delle armi uccidere 88 neri e decapitarne altri 14 per poi eliminare il presidente. Altri sono stati tenuti segreti per evitare di istigare imitatori. Tra gli altri il piano messo a punto dagli estremisti islamici somali di al-Shabaab, legati ad al Qaeda. Questi’ ultimi volevano assassinare Obama il 20 gennaio,  giorno del suo insediamento. Questo, scrive Kessler, giustificò le misure di sicurezza eccezionali dei servizi segreti che dispiegarono oltre 40.000 uomini di 94 diverse forze di polizia.