Vaticano/ L’ultima enciclica “Caritas in Veritate”: Ratzinger verde ed equo solidale

Pubblicato il 16 Giugno 2009 19:44 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2009 19:44

Le bozze sono già pronte. Il titolo è chiaro: “Caritas in veritate”. La terza enciclica di papa Benedetto XVI sta per essere pubblicata. La data prescelta è il 29 giugno, santi Pietro e Paolo. Il contenuto è sociale, malgrado il titolo faccia pensare a un messaggio tra l’umano e il divino. Invece “Caritas in veritate” è l’ideale continuazione della celebratissima “Popolorum progressio” di Paolo VI, pubblicata quaranta anni fa e decisiva per i rapporti sociali tra Stato e Chiesa e Politica.

Ratzinger era già pronto su questi temi dal 2007, ma ha preferito affinarli. La nuova enciclica è dedicata all’etica della vita economica, ma tratta anche di temi ecologici, di globalizzazione e di lotta alla fame. Non si tratta di argomenti consueti per il Ratzinger teologico, che si è valso di molti consulenti per la parte principale di un’enciclica attesissima, ma che ha scritto  da solo nella parte finale. Inizialmente l’enciclica era durissima sulla globalizzazione, ma poi questa parte è stata attenuata.