Venezia/ Laguna colonizzata dai turisti: una casa su quattro è per loro

Pubblicato il 1 Luglio 2009 14:18 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2009 14:18

Chissà come la prenderebbe Indro Montanelli, grande difensore di Venezia e della sua identità? Gli ultimi dati dell’Osservatorio della Casa dicono che nel 2008 gli alloggi turistici, quasi tutti nel centro storico, sono saliti al 20%. Vuol dire che una casa su quattro è “turistica”.

Gli sfratti sono, invece e parallelamente, aumentati del 17 per cento. Conclusione: Venezia si sta svuotando dei suoi abitanti e diventa una città prevalentemente turistica. Solo cinque anni fa le case abitate da non residenti erano il 9 per cento. Vuol dire che questo processo di turisticizzazione abitativa sta avanzando in modo esponenziale, cambiando i connotati della città.

I veneziani credono di vivere nella loro città, invece essa è diventata diversa: la dominano i cosidetti “dimoranti”, abitanti stranieri o esterni, che passano sempre più tempo tra calli e canali, ma senza fare parte permanente del tessuto sociale cittadino.

Ci si potrebbe consolare con l’aumento di 1105 dei residenti iscritti all’anagrafe. Ma il dato non è fedele: sono gli extracomunitari che alzano quel livello. I veneziani doc sono una razza in estinzione.