Verona/ Travestimenti e “alias” per sfuggire alla polizia. Ma è stato riconosciuto perché strabico

Pubblicato il 8 Agosto 2009 2:49 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2009 2:49

Dichiarava un alias diverso ad ogni controllo della polizia, tutto per restare indisturbato sul territorio italiano.

Ma dichiararne ben tre a un controllo della Polfer di Verona ha destato più di qualche sospetto. Così un immigrato clandestino nigeriano è stato arrestato per il reato di dichiarazione di false generalità a pubblico ufficiale.

L’uomo è stato tradito e riconosciuto, nonostante look e nomi spesso diversi, da un particolare fisico impossibile da occultare: era affetto da strabismo e questo dettaglio, che era emerso costantemente da tutte le foto segnaletiche inviate da svariate questure italiane a Verona, ne ha consentito l’arresto.

Il confronto poi delle impronte digitali ha portato alla certezza dell’identità dell’uomo.